Incy Wincy spider

Sulla strada un brutto incidente mi trattiene in coda per una buona mezz’ora, ma arrivo a Pizzo nel primo pomeriggio, trovo alloggio e passo a prendere Stefania e il piccolo Leo che mi aspettano.
Sono in vacanza al Club Med Napitia, pochi chilometri fuori città, e non vedono l’ora di cambiare aria per qualche ora. Ce ne andiamo a spasso sulla Poderosa che ci porta trotterellando fino a Parghelia, dove Fabrizio mi ha consigliato una spiaggetta e una bella passeggiata.

Leo è una piccola furia, mi fa morire dal ridere, ma in macchina se ne sta tranquillo. Ha una passione per i ragni e per la storiella di Incy Wincy. Chi è? Un piccolo, simpatico ragnetto che adora arrampicarsi su per la grondaia. Ma poi viene la pioggia che lo riporta a terra. Ma poi torna il sole e lui può finalmente risalire.
Inci Wincy adora gli scoli col buco rotondo, detesta quelli interrati e ha una certa qual simpatia per quelli col buco quadrato.

Il lungomare di Parghelia è un luogo particolare: le case furono fatte costruire da Mussolini in persona e donate alla cittadinanza, la quale per ringraziare fece scrivere sulle facciate frasi inneggianti al fascismo e alla gloria d’Italia. Molte si possono ancora leggere, altre sono state cancellate. Quel che hanno di speciale queste case, però, è che hanno tutte delle bellissime grondaie, quali di un colore quali di un altro, e tutte o quasi con lo scolo col buco rotondo! Leo è al settimo cielo, non gli pare vero… è il paese dei balocchi! E guarda un po’, come se l’avessero fatto per lui, i signori dell’ultimo condominio hanno messo a guardia del proprio box un bellissimo cancello a forma di ragnatela sul quale campeggia un enorme ragno!

In spiaggia costruiamo un bellissimo Inci Wincy di sabbia, con tanto di mostruose zampe di canna di bambù. Tutti si fermano ad ammirarlo.
Il sole scende piano all’orizzonte e illumina di rosa la sagoma dell’abitato di Tropea, che si affaccia sul mare proprio di fronte a noi.
Prima che faccia buio del tutto ci rimettiamo in viaggio. Rientriamo a Pizzo per una cenetta e un magnifico tartufo (venite qui a mangiarlo se non l’avete mai fatto!).
La piazza è gremita e c’è aria di festa. Un’ultima passeggiata per le vie del borgo vecchio e poi via, che domani è un altro giorno!

Buonanotte da Incy Wincy spider!